Al mare all'Argentario

Mare, natura e relax in Toscana in provincia di Grosseto

La spiaggia della Feniglia - Monte Argentario (GR)
La spiaggia della Feniglia - Monte Argentario (GR)

Informazioni sulle migliori spiagge lungo la costa d'argento, da Orbetello a Porto Santo Stefano e, lungo la panoramica fino a Porto Ercole

Al mare all'Argentario: Mappa


L'Argentario è una delle località turistiche più famose e conosciute d'Italia, per le sue caratteristiche assai peculiari.

Si trova in provincia di Grosseto e ha la forma di un'isola - come in effetti era nell'antichità - collegata alla terraferma da tra strisce di terra, quella più a sud in corrispondenza di Ansedonia, quella più a nord di Albinia e quella centrale, che si riduce a un ponte sulla laguna di Orbetello.

Il comune di Monte Argentario è poi bagnato dal Mar Tirreno (che qui diventa Costa d'Argento) e si affaccia anche sulle Isole del Giglio e di Giannutri; nell'entroterra si trova la vetta più alta di 635 metri s.l.m che è quella del Monte Telegrafo.

Ai circa 12.500 abitanti stanziali, concentrati nei centri abitati di Porto Santo Stefano e Porto Ercole, se ne aggiungono diverse decine di migliaia nel periodo estivo, che vede flussi vacanzieri da tutta Italia con una buona prevalenza di cittadini laziali e romani.

La Costa D'Argento è caratterizzata da una vasta disponibilità di soluzioni per le vacanze e di ogni tipo di prezzo, sia per i giovani, che per le coppie oppure per le famiglie con bambini.

Non manca anche la scelta tra tanti sport e attività, sia di terra (escursioni, mountain bike, equitazione) che di mare (surf, kitesurf, vela, noleggio imbarcazioni, pesca subacquea).

Movimentata anche la vita notturna, grazie ad alcuni storici locali, mentre per chi cerca la tranquillità e magari la scoperta di alcuni itinerari eno-gastronomici, l'entroterra maremanno è sicuramente ricco di possibilità.

Alla piacevolezza dell'Argentario contribuisce anche il clima che è squisitamente mediterraneo: le estati non sono troppo calde perchè rinfrescate dai venti marini di maestrale e di ponente, mentre l'inverno non è mai troppo freddo e le gelate in un anno si contano sulle dita di una mano.

Le precipitazioni sono comprese tra i 550 e i 650 mm annui, con venti che sono ben presenti per almeno 7 ore al giorno sulla fascia costiera.

Mulino sulla laguna di Orbetello - Orbetello (GR)
Mulino sulla laguna di Orbetello - Orbetello (GR)

Cala del Gesso

Parlando dei posti da visitare merita una menzione speciale Cala del Gesso che è considerata la spiaggia più bella di tutto il Monte Argenario.

Tipici sono i piccolissimi ciottoli che si mischiano con una sabbia fine, una caratteristica che la rende perfetta anche per i bimbi più piccoli.

Ma Cala del Gesso è anche famosa per le attività subacquee, visto che nei fondali sono presenti tantissimi pesci e molte rocce che formano un insieme caratteristico di labirinti.

Cala del Gesso si può raggiungere sia via terra che via mare.

Nel primo caso si arriva all'accesso dalla statale 65 - la cosiddetta Panoramica - che bisogna abbandonare dirigendosi a valle in corrispondenza di Cala Moresca, oppure molto più a sud passando da via dei Pionieri. In entrambi i casi è necessari percorrere a piedi le ultime centinaia di metri per arrivare alla spiaggia.

Per arrivare via mare, invece, la via più breve è partire da Porto Santo Stefano, costeggiando il Promontorio in senso antiorario. Al contrario se si parte da Porto Ercole bisogna navigare in senso orari. Riconoscere la Cala del Gesso è facile, perché si trova davanti a un piccolo isolotto chiamato Argentarola.

Il sentiero sul tombolo della Feniglia - Monte Argentario (GR)
Il sentiero sul tombolo della Feniglia - Monte Argentario (GR)

Le spiagge dell' Argentario

Ma il Monte Argentario offre anche tantissime altre spiagge: le più famose sabbiose sono la Giannella e la Feniglia ma non sono le uniche.

La prima si trova in corrispondenza del tombolo più a nord, quello che collega l'Argentario ad Albinia, alcuni chilometri prima di arrivare a Porto Santo Stefano; ci sono diversi stabilimenti attrezzati e molti chilometri di spiaggia libera, con bar e ristoranti in riva al mare.
La spiaggia ha molti punti da cui accedere e alle sue spalle c'è una pineta lunga e stretta.

La seconda, Feniglia, è invece il suo corrispondete più a sud e si trova prima di arrivare a Porto Ercole.
Il tema è lo stesso; stabilimenti balneari, ristoranti, bar e tanta spiaggia libera.

La pineta alle spalle è la Riserva Forestale di Protezione Duna Feniglia dove si può circolare solo a piedi o in bicicletta. Magnifica per una passeggiata consente di raggiungere, dopo aver percorso i suoi 6 km., Ansedonia e non è raro fare incontri con la fauna locale come ad esempio i pavoni che circolano liberamente sotto la pineta.

Queste sono le due spiagge più note e turistiche e accessibli, ma ce ne sono anche molte altre.

Il tombolo della Giannella dall'alto - Monte Argentario (GR)
Il tombolo della Giannella dall'alto - Monte Argentario (GR)
Quella di Cala Galera, per esempio, che si trova tra l'omonimo porto turistico e Poggio Pertuso; è sabbiosa, e caratterizzata dal fondale basso, c'è un unico stabilimento e poi tutta spiaggia libera.

Uscendo da Porto Ercole e percorrendo la strada panoramica ci sono tante piccole spiagge e calette più o meno accessibili e nascoste.

Le Viste, che si trova davanti all'Isolotto o la Spiaggia Luna che è sovrastata alle sue spalle dal Forte Stella, allo stesso modo della Spiaggia Lunga.
Proseguendo verso nord si incontra la spiaggia de Lo Sbarcatello e poi quella dell'Acqua Dolce, dove di estate dopo le 18 il sole scompare dietro il monte e arriva l'ombra.
La spiaggia del Mar Morto, invece, si chiama così per via della barriera di rocce che forma una specie di piscina naturale ed è completamente esposta al sole. Andando ancora avanti ci sono Cala Piccola, la già citata Cala del Gesso, poi Cala del Bove e Cala Grande, che è la più frequentata da chi possiede o noleggia un'imbarcazione. Molto selvaggia e priva di comodità è la Cacciarella, l'ultima non servita prima di arrivare a Porto Santo Stefano.

Mappa delle spiagge dell'Argentario - Grosseto
Mappa delle spiagge dell'Argentario - Grosseto

Nei pressi di Porto Santo Stefano si trovano il Moletto e la Caletta, che sono piccole ma ben servite. Appena fuori dal centro abitato troviamo La Cantoniera, molto frequentata dai giovani, La Bionda che è priva di bar o stabilimenti, e la Soda che è molto indicata per i sub alle prime uscite.

Infine, ci sono i Bagni di Domiziano (o spiaggia Gerini) che si trova dove un tempo sorgeva la villa dei Domizi Enobarbi e da cui è ancora possibile vedere, nelle giornate di bassa marea, i resti delle antiche vasche dove veniva allevata il pesce. La spiaggia è tutta libera, sabbiosa e con un fondale che degrada dolcemente.




Discussioni

Avatar utente anonimo
Elena
31 Marzo 2017 - 21:42

Consiglio la spiaggia della Feniglia senza dubbio.
Vacanza nell'estate 2015 con il camper all'area sosta le miniera, all'inizio della strada che porta alla spiaggia, (no comment per l'area sosta). In bici si prende la strada del parco forestale e più ci si allontana dai parcheggi e più si trova la spiaggia meno affollata e pulita.

Al mare all'Argentario: contribuisci

Partecipa alla discussione



Scegli il tuo avatar e digita i campi richiesti.

Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente
Avatar utente







Ti è stato utile l'itinerario "Al mare all'Argentario"?
Condividilo e rimani aggiornato con AGRIBB: iscriviti alla newsletter.

Condividi

Newsletter


Seguici


Altri itinerari vicini